Quantcast

Lo spirito dell’insegnante: giornata con il metodo Montessori

Un seminario e un percorso formativo sulla vocazione dell’insegnante e i bisogni dei bambini nel 2020.

(red.) Il nostro mondo corre veloce e corre in superficie, l’ultima novità è subito vecchia. Come dev’essere un buon insegnante in un mondo dell’educazione che sembra sempre più complicato? Il Sassolino, scuola dell’infanzia paritaria Montessori, organizza una giornata di studio e un percorso esperienziale per confrontarsi sul ruolo dell’insegnante nel contesto attuale.
Educare la mente, senza educare il cuore, significa non educare affatto (Aristotele). Gli studi attuali confermano le intuizioni di Maria Montessori, che riconosceva all’insegnante un ruolo spirituale, decisivo per aiutare la scuola e l’infanzia. Prendersi cura della vita interiore del bambino significa connettersi al cuore dell’educazione: insegnante e bambino crescono insieme, come persone consapevoli e responsabili del proprio compito nel mondo.

Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo, e di conseguenza la società (Maria Montessori). Il 15 febbraio andremo alla ricerca del maestro interiore che, infaticabilmente, costruisce l’adulto. Partiremo dalla capacità dei bambini di stare nel momento presente; esploreremo possibili cammini di risveglio, allenando lo sguardo a cogliere l’invisibile.
L’evento è cofinanziato da La Cassa Rurale e fa parte del cartellone di eventi di “Genitori si cresce”, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Nord-est. Il seminario è realizzato in collaborazione con Heartfulness Italia e Associazione Montessori Brescia, è patrocinato dall’Opera Nazionale Montessori nel 150° della nascita di Maria Montessori e dal Comune di Gavardo (BS).
Inoltre, dal 7 di marzo 2020 dedicheremo 4 mattine alla formazione spirituale dell’insegnante, per arricchire la relazione educativa di una dimensione fondamentale: sentire con il cuore

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.