Niente settimana corta alle scuole superiori

Inatteso passo indietro del presidente provinciale di Brescia Mottinelli comunicato in un incontro a dirigenti e addetti ai lavori. Motivi da chiarire.

Più informazioni su

(red.) Niente “settimana corta” nelle scuole superiori del bresciano, nemmeno dal 2017-18 come era stato previsto dal presidente della Provincia Pierluigi Mottinelli. Lo scrive il Giornale di Brescia citando le dichiarazioni pronunciate dall’inquilino di palazzo Broletto durante un incontro di mercoledì mattina 1 giugno con i dirigenti scolastici e gli addetti ai lavori. L’idea su cui Mottinelli puntava l’attenzione da tempo era quella di attivare lezioni dal lunedì al venerdì, escluso il sabato.
Una scelta legata soprattutto al risparmio su trasporti e utenze, ma molto contestata da studenti, docenti e genitori per via della rivoluzione nella didattica. Tradotto, si lamentava la mancanza di tempo libero e la difficoltà di organizzare le attività in classe. Mercoledì 1 giugno, però, con motivi ancora da chiarire, Mottinelli ha deciso di fare un passo indietro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.