“Settimana corta”, chi sono gli esclusi

Il regime non toccherebbe agrario, musicale, artistico e alberghiero. Nella prima settimana di aprile la decisione finale. Si rimanda al 2017-18?

Scuola(red.) “Fumata” nera giovedì 31 marzo dal consiglio provinciale di Brescia dove i sindaci, oltre all’approvazione del bilancio preventivo, erano chiamati a decidere sulla settimana corta alle scuole superiori statali. Alla fine si è preferito rimandare ancora di qualche giorno e così il sì o no definitivo dovrebbe arrivare nella prima settimana di aprile. Ma dall’assemblea sono emerse due novità. La prima è la possibilità che il nuovo sistema, dal lunedì al venerdì e senza il sabato, entri in vigore non già a settembre, ma dall’anno scolastico 2017-18, quindi rimandato di un anno. La seconda riguarda il fatto che alcuni indirizzi di studio, per caratteristiche, non passeranno alla settimana corta. Si tratta dell’alberghiero, musicale, agrario e artistico.
Il presidente della Provincia Pierluigi Mottinelli continua a portare avanti l’idea, ritenendo di risparmiare 1,5 milioni di euro all’anno da trasporti, riscaldamento ed energia elettrica. Somma che farebbe parte di un tesoretto da 33 milioni in trent’anni da aggiungere ad altre risorse disponibili in Broletto. Una fetta, quindi, da 52 milioni di euro da investire nell’edilizia scolastica. Ma il panorama vede la posizione contraria, oltre che di docenti, studenti e genitori, anche di alcuni dirigenti scolastici. Attualmente le uniche ad adottare la settimana corta sono il “Capirola” di Leno, “Meneghini” di Edolo, “Gigli” di Rovato e “Dandolo” di Bargnano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.