Quantcast

Ieri studenti, oggi piloti col Kart-Lab

Un progetto dell’Università di Brescia trasforma l’autodromo di Castrezzato in un laboratorio per ingegneri e per l'auto da competizione.

(red.) Il progetto Kart-Lab dell’Università degli Studi di Brescia di Ingegneria ha trasformato il circuito dell’Autodromo del Franciacorta International Circuit di Castrezzato in un vero e proprio laboratorio.
Gli studenti del secondo anno di Ingegneria Meccanica hanno guidato il nuovo kart didattico e professionale come dei veri piloti. Un’ esperienza fondamentale per i ragazzi che hanno potuto così raccogliere importanti dati tecnici effetivi sul campo: capire le molteplici sollecitazioni e problematiche che il veicolo subisce in pista.
Il kart da competizione è stato fornito gratuitamente dall’ART Gran Prix di Manerbio (Brescia) ed è stato equipaggiato, all’interno dei laboratori universitari, di sensori per ottenere un sistema di telemetria paragonabile a quello di un’auto da corsa di livello professionale: un go-kart che diviene vettura da Formula1. È un vero bolide, dotato di un motore Rotax Max 125cc a due tempi, di accelerometri per la misura delle sollecitazioni longitudinali e laterali, di un giroscopio e di sensori ad infrarossi per calcolare la temperatura dei pneumatici; un sistema GPS fornisce poi informazioni sulla velocità e la traiettoria. Tutti i dati tecnici vengono immagazzinati nel sistema professionale Magneti Marelli Motorsport, così da esser successivamente valutati dagli studenti.
Quest’esperienza non solo è di grande utilità per i ragazzi, ma soprattutto per la compagine ART Grand Prix, sperando che queste analisi e elaborazioni possano supportare e portare diverse migliorie nel campo dei kart, aumentandone le prestazioni; ed inoltre che possano spronare e motivare tutti questi universitari ad intraprendere una carriera che richiede grande determinazione e passione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.