Lumezzane, la «diaspora» degli studenti

Ritardi nei lavori alle medie «Gnutti». Fino a fine settembre gli alunni,divisi in due gruppi e destinati ad altri istituti, frequenteranno le lezioni in altri edifici.

(red.) Le «migrazioni» degli alunni della scuola media «Serafino Gnutti» di Lumezzane (Brescia) finiranno presto. Entro fine mese, infatti, saranno ultimati i lavori della scuola media di San Sebastiano, ultima parte di un consistente intervento di riqualificazione energetica realizzato nel corso dell’estate per la cifra complessiva di 480mila euro.
Il termine previsto per la fine dei lavori era l’inizio della scuola. Tuttavia, in seguito ad alcuni ritardi, al suono della prima campanella di settembre l’edificio non era ancora pronto. Così, gli alunni sono stati divisi in due gruppi e destinati ad altri istituti: 117 sono stati ospitati dalla scuola primaria «Maria Seneci» e 83 dalla scuola «Bachelet» di sant’Apollonio. Gli interventi di riqualificazione della struttura scolastica si erano resi necessari al fine di ottimizzare i costi gestionali ed energetici, basati sul risultato di una serie di controlli che avevano messo in evidenza alcune criticità. Nello scusarsi con studenti e genitori, comunque, l’assessore ai Lavori pubblici Mario Salvinelli ha sottolineato che i ritardi nei lavori non sono dipesi dall’Amministrazione comunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.