Il caro libri pesa 100 euro in più nello zaino

Secondo il Codacons il rincaro medio per le famiglie sarà di 80 euro per i testi ed il restante per il kit cartoleria. Pronto un ricorso al Tar contro i libri "multimediali".

Più informazioni su

(red.) E’ inutile negarlo: il rincaro sui libri di scuola c’è stato. Per le famiglie bresciane che si apprestano, fra qualche settimana, a fare rientro nel tran tran della vita posta vacanziera è già arrivata la batosta su una spesa che certo non può dirsi superflua né evitabile.
Il 12 settembre i ragazzi torneranno sui banchi con una cartella che “pesa”, economicamente parlando, all’incirca 100 euro in più.
Il rincaro maggiore, l’80% di questa cifra riguarda solo i libri di testo, il resto è per il materiale di cartoleria, anche quello soggetto a variazioni con il segno più.
Sebbene i decreti del Governo, varati nel maggio di quest’anno, impongano agli istituti di adottare “esclusivamente libri di testo in formato misto, ovvero interamente scaricabili da internet”, tuttavia, secondo il Codacons, questa scelta impone ai docenti di cambiare i testi poiché non tutte le case editrici si sono conformate al decreto.
E tutto ciò, come sottolinea l’associazione consumatori, nonostante il Governo avesse fissato un tetto massimo di aumenti sulle copertine pari all’1,5%, che sommato al possibile sforamento del 10%, avrebbero portato ad un rincaro complessivo di circa 44 euro, la metà di quanto invece accadrà nella realtà.
Il Codacons ha già annunciato il ricorso al Tar contro i due decreti governativi a favore dei libri multimediali.
Intanto, si può provare a risparmiare affidandosi ai mercatini dell’usato. Questo mercoledì viene inaugurato a Brescia, infatti, il “Meeting del libro usato”, (dal 29 agosto al 19 settembre) presso l’oratorio “Beato Palazzolo”, in città.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.