Quantcast

Maturità 2010, ecco le materie

Più informazioni su

maturita.jpgGreco al classico, matematica allo scientifico. La Gelmini dà l'annuncio su Youtube.


di Giulia Astorri
Greco al liceo classico, matematica al liceo scientifico e lingua straniera al liceo linguistico. Sono alcune delle materie scelte dal Ministero dell'Istruzione per la seconda prova scritta all'esame di maturità 2010 (leggi il decreto) .
La prima prova scritta scatterà il 22 giugno e il giorno successivo, il 23, toccherà alla seconda prova.
L’annuncio della scelta delle discipline per i maturandi del 2010 è stato dato dal ministro Mariastella Gelmini sul suo canale Youtube.
“Lo scorso anno”, spiega nel video il ministro Gelmini, “sono state scelte tracce più chiare, sintetiche e vicine agli interessi degli studenti. Anche quest’anno sarà così. Pur nel rispetto della grande tradizione della maturità italiana, saranno individuati alcuni elementi di novità e proposte quindi tracce vicine alla sensibilità dei ragazzi”.
Per il liceo pedagogico la seconda materia della prova scritta sarà pedagogia mentre per il liceo artistico figura disegnata. I futuri ragionieri si cimenteranno con economia aziendale, i geometri con estimo, per gli studenti dell’istituto tecnico per il turismo la seconda prova verterà sulla lingua straniera, per l'istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione economia e gestione delle aziende ristorative; per l'istituto professionale per i servizi sociali tecnica amministrativa.
Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno “una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale". Per questa ragione, la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i laboratori dell'istituto.
Ad esempio, per il settore artistico (licei ed istituti d’arte), la materia della seconda prova, a carattere di laboratorio e progettuale (architettura, ceramica, marmo, mosaico, oreficeria, ecc.), si svolge nel corso di tre giorni.
Il decreto del ministro Gelmini individua, inoltre, le materie affidate ai membri esterni. Quest'anno, per la prima volta, è stata affidata al commissario esterno la lingua straniera nei licei scientifici.
Gli studenti dovranno poi sostenere la terza prova, a carattere pluridisciplinare, che è volta ad accertare le conoscenze, le competenze e capacità acquisite relativamente alle materie dell’ultimo anno del corso di studi a cui si aggiunge, per completare l’esame di Stato, il colloquio finale.
La terza prova è predisposta collegialmente dalla commissione di esame, sulla base delle proposte avanzate da ciascun componente, proposte che ogni membro formula in numero almeno doppio rispetto alle tipologie prescelte in sede di definizione della prova.
Anche il voto di condotta concorre alla valutazione complessiva e incide sulla determinazione del credito scolastico che è la somma dei punteggi attribuiti in relazione all’esito degli ultimi tre anni.
Per ottenere il massimo dei voti e la lode, che consentono anche di accedere al bonus di 650 euro destinato ai più meritevoli, sarà necessario avere ottenuto una media eccellente nell’ultimo triennio scolastico (otto decimi comprensivi del voto relativo al comportamento) oltre ad avere superato brillantemente le prove d’esame.
E’ previsto dunque, progressivamente, un restringimento del numero dei “maturi” con lode, e nel 2012, l’impresa si farà ancora più ardua: si dovrà avere il credito massimo nel triennio precedente e si dovrà  raggiungere il massimo punteggio in tutte le prove degli esami di stato (75 punti in totale) e il massimo credito scolastico: 25 punti, senza fruire del bonus di 5 punti a disposizione della commissione.
Inoltre, tutte le deliberazioni per l'assegnazione dei voti massimi nelle tre prove scritte e nel colloquio della maturità dovranno essere prese all'unanimità dei membri della commissione.

Guarda il video con l'annuncio del ministro Gelmini
{youtube}7GUY0udxyS4{/youtube}

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.