Quantcast

Ottobre “caldo” sul fronte scioperi: si inizia lunedì 11

Per lunedì proclamata a livello nazionale un'agitazione sindacale generale di base e i servizi minimi garantiti saranno solo quelli essenziali.

Più informazioni su

(red.) Si prospetta un ottobre “caldo” sul fronte degli scioperi nel settore pubblico e, anche privato. Lunedì 11 ottobre 2021 è stata proclamata a livello nazionale un’agitazione sindacale generale di base e i servizi minimi garantiti saranno solo quelli essenziali. Disagi possibili anche nel bresciano.

Le associazioni sindacali che hanno aderito sono diverse: Adl Cobas, Cib Unicobas, Clap, Confederazione Cobas, Cub, Sgb, Si Cobas, Sial Cobas, Slai Cobas S.c., Usb, Usb Pi, Usi Cit, Cobas Sanità, Università e Ricerca, Fsi Usae.

L’astensione dal lavoro di un’intera giornata riguarda il trasporto pubblico (settore aereo, ferroviario e marittimo), scuola ed università, le autostrade, gli uffici.
I disagi maggiori saranno dati dallo sciopero dei trasporti. Per quanto concerne il trasporto aereo, insieme a quello marittimo, l’agitazione si protrarrà per l’intera giornata dell’11 ottobre, da mezzanotte del 10 alle 23.59 dell’11.
Invece, il trasporto ferroviario, sciopererà dalle 21 del 10 ottobre alle 21 dell’11.
I mezzi pubblici locali aderiscono alla protesta secondo le proprie modalità territoriali, indicate sui siti delle aziende dei trasporti.
Le autostrade saranno in sciopero dalle 22 del 10 ottobre alle 22 dell’11 ottobre.

In linea generale, le richieste avanzate dai sindacati riguardano la riduzione dell’orario di lavoro a parità di paga, uno stipendio minimo europeo e l’abolizione dello sblocco dei licenziamenti.
La protesta tocca poi anche temi quali il rilancio degli investimenti pubblici nella scuola, nella sanità e nei trasporti.
È stata citata anche la tematica ambientale, a favore dello stop delle produzioni nocive e a tutela dell’ambiente, nonché quello della lotta ad ogni discriminazione di genere.
A questi, si aggiungono le richieste contro il Green Pass, a quattro giorni dalla sua introduzione obbligatoria nel mondo del lavoro.

Trenord assicura il trasporto dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21, come dichiara sul sito web. Trenitalia informa che non sono previste modifiche alla circolazione dei treni a lunga percorrenza.

Il 22 ottobre, poi, è previsto uno fermo nazionale del servizio taxi della durata di 24 ore.

Il 24 ottobre sarà nuovamente il turno di Trenord, in Lombardia, che sospenderà il servizio per 23 ore, dalle 3 del 24 ottobre alle 2 del 25 ottobre.

Il personale Enav ha poi proclamato per il 29 ottobre uno sciopero nazionale, che si unisce a quello del personale di terra di Emirates e di Cargo plus che gestisce le merci del vettore di Dubai.
Il primo avrà una durata di 12 ore, dalle 8 alle 20, mentre gli altri due partiranno alle 00.01 del 29 e finiranno alle 23.59 del giorno stesso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.