Coronavirus, dpcm troppo a favore delle industrie. 8 ore di sciopero

Sigle sindacali bresciane condividono la posizione dei colleghi lombardi. "Troppe attività aperte non essenziali".

(red.) Nella posizione contraria espressa dai sindacati all’ultimo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte in tema di emergenza da coronavirus e sulle attività essenziali che possono restare aperte, ci sono anche le delegazioni bresciane di Cgil, Cisl e Uil dei metalmeccanici. Tanto che anche da questi rappresentanti della nostra provincia arriva il via libera a uno sciopero di otto ore proclamato nel settore domani, mercoledì 25 marzo. In una nota le sigle Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil Lombardia parlano di un “decreto del Governo che ha definito i settori indispensabili che possono continuare le attività nei prossimi giorni.

Riteniamo che l’elenco sia stato allargato eccessivamente, ricomprendendo settori che di necessario e di essenziale hanno poco o nulla. Nella nostra regione occorre intervenire in modo deciso, senza se e senza ma, per contrastare la drammatica condizione della crescita costante dei contagi, dei ricoveri, dei morti che stiamo subendo, con l’obiettivo di prevenire l’estensione dei contagi”.

Per questo motivo i metalmeccanici lombardi hanno annunciato l’astensione dal lavoro per domani e sono esclusi, invece, gli operai che lavorano nel campo dell’attività al servizio degli ospedali, con la produzione e manutenzione di macchinari. I sindacati sono tutti d’accordo sul fatto che le misure del Governo non sarebbero adeguate e sufficienti e che il decreto sarebbe troppo a favore delle industrie nonostante le indicazioni fornite proprio dai rappresentanti dei lavoratori al Governo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.