Quantcast

Ail Brescia per l’ampliamento del reparto di Ematologia del Civile

(red.) Il 2022 vedrà Ail Brescia (l’associazione contro le leucemie – linfomi e mieloma) impegnata in un nuovo grande progetto: l’ampliamento del reparto di Ematologia degli Spedali Civili di Brescia. Questa ristrutturazione – per la quale si stima un costo vicino al milione di euro – consentirà un aumento delle camere, che diverranno singole, tutte sullo stesso piano e con nuovi sistemi di areazione. Oggi in Ematologia la disponibilità di letti è minore rispetto alla richiesta e alcuni malati non potendo essere seguiti presso il reparto al quarto piano, vengono spostati presso il reparto di libera professione al sesto piano. Nel reparto di appoggio però non ci sono stanze a pressione positiva, necessaria per espellere i germi all’interno delle stesse.
Una necessità che quotidianamente è percepita all’interno del reparto di Ematologia, dove le infezioni, da virus, batteri o funghi, rappresentano il principale nemico da cui difendersi: quando le difese personali sono completamente assenti o ridotte a causa della stessa malattia o dei trattamenti necessari per combatterla, l’isolamento e tutti i presidi che possano creare una barriera con l’ambiente esterno diventano l’arma di prevenzione più potente di cui si possa disporre.
Inoltre, nel reparto di ematologia è presente un team di psicologhe, a disposizione dei pazienti afferenti all’Unità di Ematologia e dei loro familiari, che con la nuova sistemazione potranno meglio interagire con ciascun paziente in spazi più consoni al delicato momento di relazione e colloquio.
L’intervento permetterà quindi ai malati di trascorrere il periodo di degenza in un ambiente più confortevole, adatto alle cure cui verranno sottoposti quotidianamente e nel totale rispetto della loro privacy.
Un progetto ambizioso, di notevole impatto clinico, un regalo di Ail Brescia a tutti i pazienti ematologici che necessitino di terapie a elevata intensità o autotrapianto di cellule staminali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.