Quantcast

Asst Garda: “Potenziamenti dell’attività ospedaliera” 

Il neo direttore Mario Alparone ha annunciato importanti investimenti per il bacino gardesano: più sale operatorie e ripristino al 90% delle attività ambulatoriali.

(red.) Nel corso dell’incontro con i giornalisti a seguito del suo insediamento, insieme alla squadra di direzione, il Direttore dell’ Asst Garda, Mario Alparone ha ricordato i primi immediati interventi di potenziamento ospedaliero che riguardano il passaggio da 8 a 14 sedute operatorie giornaliere ed il piano, predisposto secondo le indicazioni regionali, di ripristino del 90% delle attività ambulatoriali del 2019.

Per rafforzare il personale di area critica ha già indetto due concorsi a tempo indeterminato per anestesisti e per medicina d’urgenza, a supporto dei pronto soccorso, ed ha chiesto l’accesso a graduatorie di altri ospedali per infermieri di sala operatoria.
Alparone ha poi ricordato gli importanti investimenti previsti da Regione Lombardia sul territorio nell’ambito del PNRR per i quali sta incontrando le Amministrazioni Comunali coinvolte nella logica di “un gioco di squadra”.

Ammontano a 8,5 milioni gli investimenti che prevedono tre posti letto di terapia intensiva a Desenzano, due a Gavardo e sei a Manerbio, la strutturazione di percorsi separati in pronto soccorso e la realizzazione di otto case e tre ospedali di comunità (questi ultimi a Lonato, Leno e Nozza).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.