Quantcast

Rezzato, tragedia sulla statale: cinque ragazzi perdono la vita nell’auto contro un pullman

Le vittime erano tutte residenti in Valle Sabbia. Si tratta di Dennis Guerra di Sabbio Chiese; Imad El Harram di Preseglie, Imad Natiq di Vestone come suo cugino Salah Natiq e della 17enne Irene Sala di Villanuova sul Clisi.

(red.) Un terribile incidente stradale, verificatosi nella serata di sabato poco dopo le 22,30 sulla statale 45 bis nel territorio del comune di Rezzato, è costato la vita a cinque ragazzi giovanissimi, tutti abitanti in località della Valsabbia. Stando alla ricostruzione, i giovani si trovavano all’interno di una Volkswagen Polo che stava viaggiando in direzione della città quando, per cause in corso d’accertamento, all’altezza del viadotto che supera la linea ferroviaria, la vettura è finita contro un pullman privo di passeggeri diretto dalla parte opposta, verso il lago di Garda.
Lo schianto è stato terribile e molto violento: l’utilitaria ne è uscita completamente distrutta e i cinque poveri giovani che vi si trovavano non hanno avuto scampo. Nessuno di loro è sopravvissuto. Tre delle vittime erano nate nel 2002, avevano quindi vent’anni: sono Dennis Guerra, residente a Sabbio Chiese; Imad El Harram, abitante a Preseglie e Imad Natiq di Vestone; suo cugino Salah Natiq aveva invece 22 anni e anche lui abitava a Vestone; Irene Sala di anni ne aveva appena 17 ed era di Villanuova sul Clisi.
Purtroppo i primi soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare la morte dei cinque ragazzi.
Alla guida dell’autobus c’era un uomo di 58 anni che è rimasto lievemente ferito ed è stato ricoverato alla Poliambulanza di Brescia.
Stando alle prime informazioni, potrebbe essere stata la vettura a invadere l’opposta corsia, ma la dinamica esatta della disgrazia è al vaglio delle autorità. Non sarà facile risalire alla causa dell’eventuale sbandamento, se una manovra azzardata, una distrazione, un malessere del conducente oppure un guasto che ha causato la perdita del controllo della vettura.
Oltre ai sanitari, sono intervenuti i Carabinieri di Brescia, i Vigili del Fuoco, gli agenti della Polizia Stradale e della Locale di Rezzato, che hanno chiuso la strada per i rilievi e la rimozione dei veicoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.