Esine, frontale tra due auto sulla Ss 42: morte due ragazze

Ieri sera lo scontro. Un'Audi avrebbe invaso l'altra corsia contro un'Opel. Altri due sono feriti in modo grave.

(red.) La provincia di Brescia si è lasciata alle spalle la giornata di ieri, venerdì 29 maggio, con un tragico incidente stradale che ha tolto la vita a due ragazze di 19 e 20 anni. E’ successo pochi minuti prima delle 22,30 sulla statale 42 del Tonale tra Esine e Darfo Boario Terme, in Valcamonica. L’impatto, la cui dinamica e cause sono ancora tutte da ricostruire da parte delle forze dell’ordine, ha coinvolto un’Opel Corsa a bordo della quale c’erano le due giovani e un’Audi con altre cinque persone. Secondo i primi elementi forniti dalla Polizia stradale di Brescia il cui lavoro è appena iniziato, anche per identificare le vittime, le due a bordo della Opel stavano viaggiando da Breno verso Darfo.

Dal senso opposto, invece, si stava muovendo l’Audi. Tra lo svincolo di Boario e un’area di servizio pare che la seconda auto, forse per l’alta velocità alla quale si presta la tangenziale, ma anche per l’asfalto reso viscido dalla pioggia che stava iniziando a cadere, avrebbe invaso la corsia di marcia opposta lungo il rettilineo. E l’impatto tremendo con l’utilitaria è stato inevitabile. E il risultato ha visto le due giovani perdere la vita sul colpo, bloccate tra le lamiere del loro veicolo, mentre gli altri cinque occupanti dell’altro veicolo sono rimasti feriti, di cui due in gravi condizioni.

Subito sono scattati i soccorsi con un vasto schieramento formato da otto tra ambulanze e automediche del posto e dalla vicina provincia di Bergamo e due elicotteri da Brescia e da Como. Presenti anche i vigili del fuoco di Darfo e Breno, mentre tutti i feriti sono stati trasportati tra il Civile di Brescia e il Niguarda di Milano (i due più gravi in volo), oltre che a Esine e alla Poliambulanza di Brescia. Durante le operazioni di soccorso il tratto di strada è rimasto chiuso al traffico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.