Gavardo, auto contro un albero. 18enne muore in ospedale

Ieri sera una Fiat 600 è finita contro un cipresso in via Corti a Soprazocco. Il giovane passeggero ha perso la vita.

(red.) Le strade della provincia di Brescia tornano a macchiarsi di sangue. E la disperazione è ancora maggiore considerando che a perdere la vita è stato un ragazzo di soli 18 anni. L’incidente mortale si è verificato ieri sera, mercoledì 5 febbraio, in via Corti a Soprazocco di Gavardo, in Valsabbia, nel bresciano. Sembra che sul posto, intorno alle 20,45, ci fosse una Fiat Seicento che si stava muovendo avanti e indietro lungo quella via dove si trova anche il cimitero della frazione. Alla guida c’era un 19enne e accanto a lui come passeggero c’era proprio il 18enne.

A un certo punto il ragazzo più grande avrebbe perso il controllo del veicolo schiantandosi in curva contro un cipresso. L’impatto con la pianta è avvenuto dal lato del passeggero e subito dopo la vettura si è girata su se stessa prima di terminare la corsa in mezzo alla carreggiata. Dopo l’incidente, alcuni testimoni che avevano assistito hanno notato che l’autista aveva abbandonato il veicolo vagando per ore tra i campi vicini. Nel frattempo sono stati anche allertati i soccorsi con la Polizia stradale di Salò per ricostruire la dinamica, i vigili del fuoco, l’automedica e tre ambulanze da Nuvolento e Roé Volciano.

I sanitari si sono occupati prima del 18enne di Soprazocco che sembrava fosse cosciente e lo hanno trasportato all’ospedale di Gavardo in codice rosso. Subito dopo, raccogliendo le testimonianze, hanno individuato l’autista e trasportato in codice giallo alla Poliambulanza di Brescia. Nel corso della serata, però, da Gavardo è sopraggiunta la tragica notizia del decesso del 18enne a causa dell’impatto con l’albero e le cui conseguenze sono visibili sul veicolo andato distrutto. Per consentire i soccorsi e i rilievi la via Corti è rimasta chiusa al traffico per un paio di ore e deviando la circolazione verso le vie secondarie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.