Manerbio, schianto mortale per un 35enne

Massimo Ravelli abitava in paese ed era alla guida della sua motocicletta. L'incidente contro una Opel Astra guidata da un cittadino pakistano, sotto shock per l'accaduto.

Più informazioni su

(red.) Un altro incidente dalle conseguenze mortali per un motociclista della provincia di Brescia. Nella notte tra venerdì e sabato un 35enne di Manerbio, Massimo Ravelli, di professione muratore, è morto per le ferite riportate in uno schianto avvenuto lungo via Cremona, nella cittadina in cui risiedeva.
La vittima viaggiava in sella alla sua moto Suzuki 1000 quando ha tamponato una Opel Astra guidata da un cittadino pakistano di 37 anni pure residente in paese. Secondo i primi rilievi il veicolo si era appena immesso nella carreggiata e il centauro ha tentato invano di frenare per evitare l’impatto.
Massimo Ravelli è finito nel parabrezza del veicolo, ed è stato soccorso dai medici del 118 quando era già in arresto cardiaco. Il decesso è stato constato in ospedale. Contuso e sotto shock anche il migrante. I rilievi sono stati affidati ai carabinieri del Radiomobile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.