Quantcast

Ancora uno schianto a Montichiari: un morto

Un camion e un'auto sono entrate in collisione, coinvolgendo altre due vetture, nei pressi del centro Fiera . Un 46enne di Montirone è deceduto sul colpo.

(red.) Non c’è tregua sulle strade bresciane. Dopo il tragico incidente avvenuto nella serata di domenica a Montichairi che ha cancellato un’intera famiglia, padre, madre e due ragazzi di 16 e 6 anni, e i diversi sinistri verificatisi nel week end e nella giornata di lunedì in provincia, un’ altra croce si aggiunge a quelle che hanno già funestato questo mese di aprile appena iniziato.
Nel pomeriggio di martedì, attorno alle 15, in via Brescia, sulla Sp 236 nei pressi del centro fiera di Montichiari, scontro fra un camion e un’auto. Nell’incidente sono rimaste coinvolte anche altre due vetture e una persona è morta sul colpo. La vittima è un 46enne di Montirone, Severino Sottini, di professione odontotecnico, che viagggiava a bordo di una Lancia Lybra.
Secondo i primi rilievi, l’auto a bordo della quale si trovava il 46enne, diretta verso la città, avrebbe invaso la corsia opposta andando a scontrarsi con un tir che procedeva in direzione opposta. L’uomo ha perso la vita sul colpo: il mezzo pesante ha proseguito la corsa per qualche metro, ma si è poi ribaltato. Nel frattempo anche un’auto e un furgoncino sono andati ad impattare con la Libra.
Ferite lievi per gli occupanti degli altri tre mezzi, tra cui una donna incinta al quinto mese di gravidanza.
Inutile l’intervento dei soccorrritori del 118 che non hanno potuto fare nulla per scongiurare il tragico epilogo. Sul posto anche l’elicottero del Civile di Brescia, i  vigili del fuoco intervenuti da Brescia e da Castiglione e la polizia stradale.
Pesanti le ripercussioni sul traffico a seguito dell’interruzioen della viabilità sulla strada provinciale.
Sottini lascia la moglie e due figli piccoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.