Quantcast

Muore dopo lo schianto in moto

Si chiamava Massimo Marchina, aveva 35 anni ed era di Concesio.


(red.) Un centauro bresciano vittima della strada. Sabato sera lungo la statale Briantea, che da Lecco porta a Bergamo, un 35enne di Concesio, Massimo Marchina, ha perso la vita in seguito a uno schianto. L'uomo, in sella alla sua motocicletta, per circostanzaìe ancora da chiarire ha tamponato una Opel Zafira che viaggiava nello stesso senso di marcia (nel comune di Prezzate). L'impatto violentissimo non ha lasciato scampo al 35enne, morto sul colpo per i gravi traumi riportati nel sinistro. Ferito grave anche il passeggero della due-ruote, P. Q., di 32 anni. E' stato trasportato d'urgenza agli Ospedali Riuniti di Bergamo, dove si trova ricoverato con riserva della prognosi.
Nella giornata di venerdì un altro motociclista aveva perso la vita nel Bresciano. La vittima è un 30enne di Valeggio sul Mincio (Ve), Roberto Bertaiola, che viaggiava in sella alla sua Honda Hornet 900 nel comune di salò. Per cause ancora da accertare il giovane è uscito di strada ad una curva, cadendo e strisciando sull’asfalto per un centinaio di metri. Una scia interrotta tragicamente da una roccia a lato della carreggiata, che ha ucciso sul colpo lo sfortunato centauro. La tragedia è avvenuta in località Zette, poco distante dalla trattoria Pargone. Il giovane stava tornando verso casa, dopo aver trascorso la serata sulla sponda bresciana del Garda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.