Quantcast

Terza dose, da martedì possibile anticipare il booster

Trascorso un intervallo di 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario, è possibile modificare l'eventuale appuntamento già fissato. Il 24% dei bambini 5-11 anni già vaccinato con una dose.

Più informazioni su

(red.) “Le vaccinazioni in Lombardia procedono a ritmo spedito. Con oltre 112.000 somministrazioni di vaccino anti Covid-19 anche nella giornata di giovedì 13 gennaio e numeri analoghi per la giornata di venerdì 14, la campagna vaccinale continua incessantemente”. Lo comunica una nota della Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia.
“Grazie all’alta percentuale di popolazione vaccinata con ciclo primario completo (il 90% della popolazione over 12), la buona adesione al 35% tra i bambini dai 5 agli 11 anni, per i quali la campagna vaccinale è partita da un mese (il 24% è già stato vaccinato) e con la terza dose booster somministrata al 64% di chi ha completato il ciclo primario da almeno 120 giorni (percentuale che sale all’82% tra gli over 60 e all’88% tra gli over 80), Regione Lombardia, nonostante la forte diffusività della variante Omicron, dimostra di saper reggere anche all’impatto della nuova ondata” prosegue la nota del Pirellone.

vaccino coronavirus Covid

“Nell’ultima settimana 91.490 cittadini, di cui 20.574 con più di 50 anni, sono stati vaccinati con la prima dose. Allargata ulteriormente quindi – continua la nota – la platea dei lombardi coperti dal vaccino”.
“Per consentire ai cittadini di anticipare la terza dose, trascorso un intervallo di 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario, da martedì 18 gennaio – si legge nella nota – sarà pertanto possibile cambiare la data di prenotazione della dose booster già prenotata. Lo si potrà fare cercando un nuovo appuntamento tra gli slot disponibili senza la necessità di cancellare l’appuntamento già preso. Tale opportunità sarà consentita accendendo al portale di prenotazione www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it“.
“Le agende dei centri vaccinali di tutta la Regione – conclude la nota – sono state opportunamente ampliate. Previste nuove disponibilità per soddisfare le richieste della popolazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.