Quantcast

Mascherine, primi controlli (e prime multe) in centro città

Sono stati circa 200 i giovani fermati dalla Polizia Locale di Brescia. Molti sono stati semplicemente avvisati dell'ordinanza del sindaco. I cinque recidivi sono stati multati.

(red.) La Polizia Locale di Brescia ha fornito i primi dati dei controlli effettuati dopo l’ordinanza del sindaco Emilio Del Bono che impone l’uso della mascherina di protezione anche all’aperto in centro città durante i fine settimana. Sono state circa duecento le persone controllate e cinque le multe comminate solo questo sabato 4 dicembre.
Ricordiamo che l’obbligo della mascherina resta in vigore fino al 6 gennaio, tutti i giorni dalle ore 7 alle 24, e per l’ultimo dell’anno anche dalle ore 24 di venerdì 31 dicembre 2021 alle ore 2 di sabato 1 gennaio 2022. La mascherina va tenuta anche se viene rispettato il distanziamento interpersonale.
Molti ragazzi giunti in città dalla provincia non erano a conoscenza del provvedimento e ne sono stati informati dai vigili. I cinque multati sono persone che non hanno indossato la mascherina nonostante gli inviti ripetuti. L’ordinanza definisce l’entità della multa: tra i 400 e i mille euro con la possibilità, se si paga entro 60 giorni, di versare solo 400 euro.
L’obbligo riguarda le seguenti vie del centro storico: Corso Mameli, via San Faustino, largo Formentone, corsetto Sant’Agata, piazza Loggia, piazzetta Bell’Italia, via X Giornate, piazza Paolo VI, piazza Vittoria, via IV Novembre, piazza del Mercato, corso Palestro, corso Zanardelli, corso Magenta, corso Garibaldi, piazzetta Bruno Boni, piazzale Arnaldo da Brescia, piazza Tebaldo Brusato, via Trieste, via Tosio, via Bixio, via delle Battaglie e via Fratelli Bandiera. Inoltre nei mercati rionali cittadini e nelle strade di servizio dell’Ortomercato di via Orzinuovi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.