Quantcast

Odontoiatri, 16 nel Bresciano non hanno voluto vaccinarsi

Sono stati sospesi dall'esercizio della professione e i Nas dispongono dei nominativi per le necessarie verifiche. Ma tutti i cittadini possono controllare on line i nomi dei 1.247 in regola con il ciclo vaccinale.

(red.) Una nota della Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine dei medici di Brescia informa che “la stragrande maggioranza degli iscritti all’Albo Odontoiatri della provincia di Brescia si è vaccinata contro Sars-CoV-2, adempiendo all’obbligo vaccinale per il personale sanitario prescritto dalla legge 76 del 2021. Dei 1263 iscritti all’Albo, infatti, 1.247 hanno completato il ciclo vaccinale anti-Covid, pari al 98,8% del totale”.
“Ci rallegriamo per un’adesione così massiccia che risponde all’esigenza di tutelare l’utenza, oltre che sé stessi, in un periodo di vulnerabilità legato al perdurare della pandemia da Covid-19″, dichiara il presidente della Commissione Albo Odontoiatri, dottor Gianmario Fusardi (nella foto con gli altri consiglieri): “E’ un segno di piena consapevolezza nei confronti dei pazienti da parte degli odontoiatri che, anche se in massima parte liberi professionisti – come tali meno vincolati rispetto ai professionisti dipendenti di strutture pubbliche o private – hanno risposto in maniera positiva a questa chiamata. Questo conferma che andare dal dentista è sicuro, e che gli studi odontoiatrici sono luoghi protetti e privi di rischi”.

“Un ringraziamento per il tasso elevato di adesione”, prosegue la nota, “va rivolto anche alle associazioni di categoria, come Andi, che hanno contribuito a mantenere alta la coscienza civile, promuovendo l’immunizzazione nell’interesse collettivo presso i propri iscritti. Resta, alla data odierna, una minoranza “incoercibile”, che consta attualmente di 16 unità: non avendo adempiuto all’obbligo vaccinale, questi professionisti risultano sospesi dall’esercizio della professione sanitaria, secondo quanto prevede la legge”.
“I Nas dispongono dei nominativi dei sospesi”, di legge nel comunicato, “al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni, i controlli sono in corso ma, nelle more degli accertamenti, il cittadino dispone di un importante strumento di autotutela: «E’ l’Albo degli odontoiatri, che è semplicemente accessibile da tutti on line, sui database pubblici – ricorda il presidente Fusardi – Basta infatti inserire il nominativo dell’odontoiatra per verificarne la corretta posizione: con la presenza del professionista nell’Albo si dispone di un ulteriore elemento di tranquillità circa l’assolvimento dell’obbligo vaccinale. Laddove il nominativo non risultasse dovrebbe accendersi un campanello di allarme».
La posizione di ogni medico chirurgo o odontoiatra è facilmente verificabile accedendo al portale della Fnomceo – Federazione nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, e selezionando la pagina Ricerca professionista (portale.fnomceo.it/cerca-prof/).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.