Quantcast

Covid, Lombardia resta in zona bianca

Il governatore lombardo, pur rilevando un "lieve aumento" dei contagi, ha confermato che la Lombardia rimane tra le regioni "bianche". "Il vaccino è la strada giusta".

(red.) “La Lombardia, per quanto riguarda la situazione del Covid, anche per la settimana che comincia lunedì 29 novembre rimane in zona bianca”.
Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando i dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e Ministero della Salute.

“La Lombardia resta in zona bianca dal 29 novembre– ha aggiunto – anche se i numeri del Covid sono leggermente in aumento in termini assoluti. Nella nostra regione durante la settimana presa in esame dalla cabina di monitoraggio la crescita dei contagi è stata comunque leggermente inferiore rispetto alla settimana precedente (Rt 1,32 anziché 1,34). È più bassa rispetto alla media nazionale anche l’incidenza su 100.000 abitanti (119,7 la Lombardia, 125,4 quella italiana)”.
“Questo dato insieme a quelli dei ricoveri in area medica e terapia intensiva, che restano al di sotto delle soglie di allarme  ci inducono ottimismo. Confermano  anche – ha concluso – che la scelta fatta sulla vaccinazione di massa, è quella giusta”.

Intanto, a Brescia, come in altre città italiane, è stato imposto l’obbligo della mascherina nel centro storico, durante i week end, “anche quando è possibile il distanziamento interpersonale e non si configurano assembramenti di persone”. Una misura che, se non rispettata, viene punita con una sanzione amministrativa da 400 a 3mila euro.
L’aumento dei contagi registrato nei giorni scorsi potrebbe anche rendere necessario “adottare ulteriori o altri provvedimenti di propria competenza in considerazione dell’evolversi della diffusione epidemiologica del virus Covid-19, delle verifiche sugli effetti della presente ordinanza e di ulteriori valutazioni che potranno essere assunte dal comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica”, che si riunirà martedì della settimana prossima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.