Quantcast

Covid, Travagliato apripista per i test salivari alla primaria

Nel bresciano saranno 750 i bambini di età compresa tra i 6e gli 11 anni e 465 quelli della fascia 11-14 coinvolti nella sperimentazione.

Più informazioni su

(red.) Saranno i bambini della scuola primaria di Travagliato, nel bresciano, i primi a sottoporsi  allo screening a campione con tamponi salivari previsto nel piano di monitoraggio per controllare la circolazione del virus nella scuola primaria e secondaria di primo grado grazie ad una rete di “scuole sentinella” ed un bacino di 55mila studenti della primaria e di 35.776 delle scuole medie.

Il piano prevede test molecolari salivari condotti, su base volontaria, su alunni nella fascia di età 6-14 anni delle scuole primarie e secondarie di primo grado presenti sul territorio nazionale. Le “scuole sentinella” sono indicate dalle autorità sanitarie regionali in collaborazione con gli uffici scolastici.

Nel bresciano, per l’anno scolastico 2021/2022, saranno 750 i bambini di età compresa tra i 6e gli 11 anni e 465 quelli della fascia 11-14 coinvolti nella sperimentazione.

In una prima fase “di avviamento” le attività di raccolta dei campioni potranno essere eseguite nella sede scolastica con l’ausilio di personale sanitario, individuato dalle Asl competenti o dal personale della struttura commissariale.

Successivamente, la raccolta dei campioni verrà effettuata in ambito familiare rispettando le istruzioni che garantiscono la correttezza della sua esecuzione.

Il prelievo potrà essere effettuato in modo autonomo dalla famiglia e il test consegnato in punti di raccolta. Questo permette anche la possibilità di processare il campione per l’eventuale sequenziamento genomico virale.

Il test viene indicato come utile per “screening ripetuti” per motivi professionali o di altro tipo, sugli anziani o disabili e sui bambini in ambito scolastico. Alcuni studi hanno rilevato sensibilità comprese tra il 53 e il 73%.

Come si effettua il test? L’esame con i tamponi salivari è molto meno invasivo di quello naso faringeo: si tratta infatti di prelevare un campione di saliva tenendo in bocca, per circa un minuto, una spugnetta studiata proprio per questo scopo. Fondamentale il corretto prelievo del campione: ed ecco perché ci sarà la formazione per i genitori.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.