Quantcast

Terza dose, Lombardia pronta: “Prima i più fragili”

L'annuncio del Pirellone: "Dal 20 o 21 settembre i pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche".

(red.) “Dal 20 o 21 settembre saremo pronti ad iniziare questa terza fase, rispettando le indicazioni che ci vengono da Roma di somministrare prima i fragili e ai pluripatologici. Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla trasmissione ‘Morning News’ su Canale 5.

“Si inizierà”, si legge in una nota della direzione Welfare di Regione Lombardia, “dai pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche e si proseguirà con le altre categorie di pazienti immunocompromessi, come i pazienti in chemioterapia. In attesa della puntuale definizione della popolazione target da parte del Ministero della Salute, l’Unità di Crisi di Regione Lombardia ha già definito le attività e le priorità per l’elaborazione del piano operativo per la somministrazione di dosi addizionali e dosi ‘booster'”.

Anche Brescia si prepara ad affrontare il “terzo turno” di somministrazioni, che interesseranno un platea di circa 55mila persone, con l’unica indicazione, finora emersa, che la somministrazione sarà riservata solo a coloro che hanno già concluso il ciclo vaccinale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.