Quantcast

Brescia e il Covid, al Nuovo Eden l’anteprima nazionale di “Io resto”

L’unico documentario interamente girato all’interno di un ospedale italiano, gli Spedali Civili di Brescia, durante la prima ondata della pandemia. Michele Aiello e Luca Gennari per un mese nei reparti.

Io resto Film Coronavirus

(red.) Un mese dentro la vita di un ospedale, sospeso di fronte all’ignoto. Per la prima volta, una videocamera mostra il fardello emotivo e la gentilezza nei rapporti tra pazienti e personale sanitario durante lo scoppio della pandemia da Covid-19. Lo fa grazie a Michele Aiello, regista che ha girato all’interno degli Spedali Civili di Brescia, uno dei più grandi ospedali d’Europa: Io resto è l’unico documentario girato interamente proprio dove l’emergenza è stata più dura e drammatica, prodotto dal regista stesso insieme a Luca Gennari e Zalab, in collaborazione con Rce Foto Verona e comune di Brescia.

Io resto Film Coronavirus

Il film inaugura la nuova stagione del cinema Nuovo Eden e sarà presentato in anteprima nazionale a Brescia giovedì 16 settembre, alle ore 21 alla presenza delle istituzioni. Dal 23 settembre il film torna nella sala di via Nino Bixio fino al 27 settembre con una settimana che precede l’uscita del 30 settembre nel resto d’Italia, un messaggio che vuol essere di vicinanza alle comunità più colpite dal Covid nel 2020.
Dopo la lunga stagione estiva de L’Eden d’estate. Il cinema al Museo presso il Museo di Santa Giulia, il Nuovo Eden riapre i battenti in via Nino Bixio, riprendendo la consueta programmazione pomeridiana e serale, e sceglie un film straordinario, Io resto di Michele Aiello, dall’alto contenuto simbolico e artistico.

Io resto Film Coronavirus Michele Aiello Luca Gennari

Quando una videocamera accede, in via eccezionale, ai reparti dell’ospedale pubblico di una delle città che sta drammaticamente soffrendo il primo picco pandemico del Covid-19, l’esercizio di osservazione e registrazione degli attimi si fa ancora più delicato e sensibile, spinto dal rispetto verso nuove relazioni tra pazienti e personale sanitario. Tutto è fermo o frenetico: sono le nuove abitudini rese necessarie dalla pandemia e che mostrano un estremo bisogno comune, il calore umano. È una storia che appartiene a tutti, è un racconto collettivo.

Io resto Film Coronavirus

«Il rispetto verso i testimoni di questa storia non è stata l’unica sfida di questo progetto», dichiara Michele Aiello. «Di fatto, io e Luca Gennari abbiamo scritto la storia mentre la filmavamo. Uno dei pochi punti fissi che ci ha guidati fin dai primi giorni di ripresa è stato dirsi che questa storia avrebbe potuto solo essere collettiva, e così poi è stato. Il punto di vista, invece, si è costruito naturalmente nello stare lì. Pian piano siamo diventati anche noi parte integrante di quella cosa che stavamo vivendo e filmando, compagni di viaggio di tutte le persone di questa storia».

Io resto Film Coronavirus

Biglietti: 6,00 euro intero, 5,00 euro ridotto (studenti fino a 26 anni, over 65, possessori Card Brescia Musei Desiderio, dipendenti Comune di Brescia), 4,50 euro  possessori Eden Card. Acquista i tuoi biglietti qui: www.nuovoeden.it oppure presso la biglietteria del cinema, in via Nino Bixio, 9. Non è necessario stampare il biglietto: mostralo direttamente sul tuo smartphone. In caso di acquisto online del biglietto si ha diritto ad accedere alla corsia a scorrimento veloce dedicata.

Io resto Film Coronavirus

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.