Quantcast

Coronavirus, dal 28 giugno niente obbligo di mascherine all’aperto

Ieri sera il via libera dal Cts. Resta l'obbligo in caso di assembramenti e nei luoghi chiusi. Ora il tema discoteche.

Più informazioni su

(red.) A partire dal prossimo lunedì 28 giugno, nel momento in cui tutta l’Italia sarà in zona bianca, quella con le minori restrizioni in assoluto, non ci sarà più l’obbligo all’aperto di indossare le mascherine. Ieri sera, lunedì 21, a una settimana di distanza, è arrivato il via libera da parte del Comitato tecnico scientifico. Per gli esperti, in pratica, ci sono le condizioni per superare l’obbligo, ma i dispositivi di protezione individuale devono essere indossati in caso di rischi di assembramenti, come fiere o mercati. E resta l’obbligo di indossarla nei luoghi chiusi, come a bordo dei mezzi pubblici e in tutti gli altri contesti. A questo punto, a livello nazionale, l’unico tema ancora da risolvere riguarda la riapertura delle discoteche per le quali si parlerà nei prossimi giorni e la cui data non è stata ancora stabilita, ma si pensa a luglio. Di certo è probabile che servirà il green pass e all’aperto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.