Quantcast

Vaccino anti-covid, entro lunedì si recuperano tutti gli under 60 sospesi

Sono 1.228 i bresciani coinvolti. E intanto i primi risultati sui tamponi molecolari salivari sono promettenti.

(red.) A partire da oggi, giovedì 17 giugno, tutti gli under 60 lombardi che avevano ricevuto il vaccino di AstraZeneca alla prima dose (42 mila lombardi, di cui 1.228 nel bresciano) potranno avere anche il richiamo con Pfizer o Moderna e tutti saranno recuperati entro lunedì 21 giugno. Lo fanno sapere dalla Regione Lombardia a proposito di quanti avevano appuntamenti tra il 12 e ieri, mercoledì 16, poi sospesi a causa delle nuove direttive ministeriali. Già oggi, come dicono dal Pirellone, 17.733 cittadini riceveranno il richiamo. Per quanto riguarda il territorio bresciano, gli under 60 programmati da oggi potranno ricevere la seconda dose al centro commerciale Freccia Rossa.

Quelli che si erano prenotati e poi sospesi dal 12 al 16 riceveranno un nuovo appuntamento per completare il ciclo vaccinale tra lo stesso Freccia Rossa e gli Spedali Civili. Ieri, mercoledì, intanto è stata la giornata in cui il governatore lombardo Attilio Fontana ha rimarcato il fatto che le terapie intensive sono scese sotto quota 100 occupate da pazienti Covid. E ieri l’assessore al Welfare Letizia Moratti ha anche parlato dei tamponi molecolari salivari già sperimentati su alcune scuole, anche nel bresciano. Rispetto a 3.617 test, sono emersi solo due positivi.

“Siamo molto soddisfatti non solo di questi primi risultati, ma anche della possibilità di aver potuto usare uno strumento diagnostico, già in uso in Europa e Stati Uniti, che non comporta la presenza di personale sanitario per la raccolta del campione e, nella sua estrema semplicità e praticità, è assolutamente ideale per le scuole. Questi test, frutto di una sperimentazione attuata dall’Università degli Studi di Milano, rappresentano un utile strumento di monitoraggio e screening. La loro applicazione sarà estesa con la ripresa dell’attività scolastica a settembre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.