Quantcast

Vaccino anti-covid, “in autunno terza dose”. Pediatri per i 12-15enni

Ieri il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato a "Che tempo che fa" le prossime mosse.

(red.) La curva del contagio da Covid-19 in tutta Italia sta continuando a calare e nello stesso tempo sta procedendo bene anche la campagna di vaccinazione. E proprio a proposito della somministrazione, mentre si sta proseguendo senza intoppi, già si sta pensando alla prossima stagione, in particolare in autunno, quando si dovrà tenere il richiamo per quelle categorie – medici e operatori sanitari soprattutto – che per primi hanno ricevuto la somministrazione alla fine del 2020.

Ieri, domenica 30 maggio, in collegamento con Che tempo che fa su Rai3, il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che “sarà molto probabile una terza dose di vaccino, un richiamo che sarà probabilmente modificato per coprire le varianti. Bisognerà dunque passare da una fase straordinaria a una fase ordinaria e penso che questa nuova ordinarietà possa essere affidata alla nostra straordinaria rete di medici di medicina generale”.

E oggi, lunedì 31 maggio, si attende anche il via libera dell’Agenzia italiana del farmaco per l’uso del vaccino Pfizer sui ragazzi dai 12 ai 15 anni e dopo aver ottenuto l’ok dall’Ema, l’Agenzia europea. Per i giovanissimi il ministro prevede la possibilità che il vaccino possa essere effettuato tramite i pediatri e poter arrivare a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, con la maggior parte degli studenti già vaccinati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.