Quantcast

Vaccino anti-Covid, fornitura extra di AstraZeneca in arrivo in Lombardia

La struttura commissariale si è convinta a compensare con le regioni più avanti nella campagna vaccinale.

(red.) Nel momento in cui la campagna di vaccinazione anti-covid in tutta Italia sta procedendo, il dilemma resta quello del rischio che chi ha bisogno di ricevere il richiamo o ancora alle prese con la prima dose si scontri con il periodo in cui si è in vacanza in estate. Per questo motivo la struttura nazionale sta valutando di anticipare o al contrario di posticipare rispetto al periodo delle ferie le varie somministrazioni. E in modo tale da lasciare libere nel periodo centrale – intorno a Ferragosto – le agende degli appuntamenti.

E non è escluso che anche la prima dose per i più giovani possa subire dei cambiamenti temporali proprio a causa del periodo di vacanza. Anche perché l’idea di fare il vaccino in una regione diversa da quella di residenza si sta dimostrando molto complicata e probabilmente non fattibile.

Nel frattempo nei prossimi giorni sono in arrivo altre 3 milioni di dosi, di cui 2,1 milioni di Pfizer, 200 mila di Johnson&Johnson, 500 mila di AstraZeneca e più di 100 mila di Moderna. E a proposito di AstraZeneca, la nostra regione Lombardia insieme al Veneto e Piemonte potrebbe essere tra le principali destinatarie delle dosi, visto che la campagna di vaccinazione è in avanti rispetto alle altre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.