Quantcast

Coronavirus, dati tranquilli. Lombardia (e Brescia) verso conferma del giallo

La provincia ha un'incidenza settimanale sotto i 100 casi ogni 100 mila abitanti e indice di contagio a 0,75.

(red.) Quella di oggi, venerdì 7 maggio, è la consueta giornata settimanale in cui l’Istituto Superiore di Sanità presenta il monitoraggio a livello nazionale, suggerendo le condizioni anche per un eventuale cambio di “colore”, più o meno grave, sul fronte del contagio. Ma per fortuna questa situazione non pare riguardare la nostra Regione Lombardia che, sulla base dei dati, potrà continuare a restare in zona gialla, quella con le minori restrizioni, almeno per un’altra settimana.

La situazione positiva è evidenziata anche dalla nostra provincia di Brescia dove la curva del contagio si conferma in calo. Ma non solo, perché dai dati emerge anche come – non succedeva da tempo – l’incidenza dei nuovi casi sia sotto i 100, precisamente 99, su 100 mila abitanti: la zona bianca scatta sotto i 50. E anche l’indice di contagio si mantiene abbondantemente sotto l’1, in particolare a 0,75.

Tuttavia, seppure in calo, ogni giorno si segnalano i deceduti. Nelle 24 ore precedenti a venerdì sono tre le vittime registrate, di cui un uomo di 72 anni di Lonato (l’unico indicato nel territorio dell’Ats di Brescia) e due in Valcamonica, facendo salire il numero a 4.362 dall’inizio della pandemia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.