Quantcast

Vaccino anti-Covid in Lombardia, Confindustria sollecita sulle aziende

La confederazione degli industriali sottolinea come ci siano oltre 1.400 aziende in attesa di conoscere i tempi.

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 3 maggio, anche in Lombardia è iniziata una nuova settimana della campagna di vaccinazione anti-Covid sfruttando le 385 mila dosi arrivate nei giorni precedenti e in vista anche di dopodomani, giovedì 6, quando arriveranno altre 338 mila dosi di Pfizer. Una giornata particolare, quella di ieri, anche per il governatore Attilio Fontana che, in quanto over 60, ha ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Ma sempre dal punto di vista delle somministrazioni, chi resta in attesa sono le aziende.

La Lombardia è stata la prima regione italiana dove è stato approvato un protocollo dedicato per la vaccinazione ai dipendenti, ma al momento è tutto fermo. E così il presidente della Confindustria Lombardia, il bresciano Marco Bonometti, ha chiesto tempi certi sulla disponibilità dei vaccini perché “ci sono oltre 1.400 aziende lombarde pronte e messe a disposizione”. Intanto, nella nostra provincia di Brescia, secondo gli ultimi dati aggiornati, uno su tre degli aventi diritto ha ricevuto almeno la prima dose e si parla di oltre 323 mila persone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.