Quantcast

Beccalossi: “Variante indiana, rischio alto: alla Lombardia servono i dati”

(red.) “I sei casi positivi sul volo atterrato ieri a Orio confermano che è urgente che il governo metta a disposizione della regione tutti i dati dei passeggeri sbarcati in Italia da India e paesi limitrofi nell’ultimo mese, non solo con i voli diretti ma anche attraverso scali in altre città europee, dato che la Lombardia ospita la più grande comunità di indiani, pachistani e cingalesi”, sostiene Viviana Beccalossi, presidente del Gruppo Misto in consiglio regionale, che ha presentato una mozione urgente, in discussione al Pirellone, per impegnare la giunta a chiedere al governo una rapida condivisione dei dati sui rientri dal subcontinente indiano, oggi in estrema crisi sanitaria.
“Con i controlli iniziati solo da pochi giorni, tra l’altro con inquietanti casi di certificati di negatività comprati in India per pochi dollari”, conclude Viviana Beccalossi, “si rende necessario ricostruire i movimenti in ingresso nel nostro Paese, per consentire alla Regione di monitorare e controllare il rischio di potenziali focolai. A prescindere dalla variante, l’emergenza Covid in atto nel subcontinente indiano impone di alzare al massimo la guardia su chi torna in Italia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.