Quantcast

Vaccino anti-Covid, a Brescia due giorni con 6 mila dosi in più in Fiera

1 su 4 ha ricevuto la prima dose e da ieri prenotazioni per over 55 fragili. Slitta a metà maggio l'adesione over 50.

(red.) Sul fronte della campagna di vaccinazione anti-Covid, la notizia positiva che riguarda la nostra provincia di Brescia è che uno su quattro – oltre il 25% degli aventi diritto – ha ricevuto almeno la prima dose e sono quasi 273 mila soggetti. I dati sono aggiornati al termine della giornata di martedì 27 aprile. Un altro aspetto positivo è che la campagna nel nostro territorio ha finalmente preso un’accelerata, tanto da triplicare fino a una media di 16 mila vaccinazioni quotidiane per quanto riguarda le prime dosi già dall’inizio di questa settimana e rispetto a quella precedente.

Le notizie soddisfacenti, sempre per quanto riguarda il bresciano, fanno riferimento a quanto succederà oggi, giovedì 29 e domani, venerdì 30 aprile: infatti l’hub alla Fiera di Brescia sarà teatro di 6 mila vaccinazioni straordinarie, in aggiunta a quelle già previste e prenotate. Di queste 6 mila aggiuntive, la metà sono già state prenotate nei giorni scorsi e il resto è aperto alle prenotazioni delle fasce d’età e categorie di rischio attuali, quindi gli over 60, i vulnerabili e disabili gravi e i fragili over 55. Per aderire è sufficiente seguire i consueti canali di Poste italiane attraverso il sito internet, gli sportelli postamat, il call center e i portalettere.

E sempre sul fronte della campagna vaccinale, il governatore lombardo Attilio Fontana ha sottolineato come martedì si sia arrivati a 84 mila vaccinazioni in un giorno e superate le 3 milioni di dosi somministrate. Con l’obiettivo, in base alle dosi disponibili, di raggiungere quota 100 mila al giorno. E fin qui sono le notizie positive. Un po’ meno, invece, riguardano quelle per le vaccinazioni ai normali over 50 e alla platea sotto questa fascia d’età. Da ieri, mercoledì 28 aprile, sono aperte le prenotazioni per i fragili tra i 55 e i 59 anni con patologie croniche ed esenzioni.

Mentre l’adesione per gli over 50, che era in programma da domani, venerdì 30 aprile, ritarderà fino alla seconda metà di maggio e compatibilmente con le dosi. Di conseguenza, questi potrebbero ricevere almeno la prima inoculazione tra il 10 giugno e il 16 luglio, mentre gli under 50 slitterebbero in avanti, con il rischio di arrivare fino in autunno, con il periodo delle vacanze estive in mezzo. In ogni caso il piano di vaccinazione potrebbe subire altre modifiche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.