Quantcast

Rientro a scuola, alle superiori minimo 70%: Brescia deve “rifare” il piano

L'aggiornamento nel nuovo decreto del Governo scombussola i piani dopo il tavolo prefettizio svolto ieri.

(red.) La provincia di Brescia (ma non solo), dal punto di vista scolastico, è rimasta sorpresa e sconcertata da quanto stabilito nel nuovo decreto anti-Covid approvato ieri sera, mercoledì 21 aprile, in Consiglio dei Ministri. Infatti, nel corso della giornata il tavolo prefettizio aveva definito con l’agenzia del Trasporto pubblico locale una serie di misure alla luce del fatto di poter mantenere un minimo del 60% di studenti in presenza alle superiori. Ma quel limite si è alzato al 70% portando a dover ridisegnare l’organizzazione a partire da lunedì 26 aprile.

Per questo motivo oggi, giovedì 22, il dirigente dell’ufficio scolastico territoriale Giuseppe Bonelli incontrerà i presidi bresciani per definire la situazione in modo aggiornato. Per garantire il minimo del 70% di studenti – cioé 7 su 10 – in presenza e con la capienza al 50% dei mezzi pubblici, si valutano due turni di ingresso a scuola alle 8 e alle 10, considerando anche che per le 8 saliranno a bordo dei mezzi anche quelli che potranno riaprire le attività commerciali.

Per questo motivo il presidente dell’Agenzia del Tpl Claudio Bragaglio ha sottolineato di dover adeguarsi in modo graduale e trovare altri pullman disponibili oltre ai 104 già aggiunti ai 700 della flotta. Ma non è escluso che si dia la precedenza agli studenti delle classi quinte che dovranno svolgere gli esami di maturità. Nel frattempo, si stanno anche cercando volontari per stabilire un ordine alle fermate degli autobus ed evitare la calca per salire a bordo dei mezzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.