Quantcast

Riaperture e ritorno a scuola, proposta Brescia: 75-80% e doppio ingresso

Domani un vertice in prefettura per capire come muoversi in vista della riapertura delle scuole totale dal 26 aprile.

(red.) Da lunedì 26 aprile il ritorno alle scuole superiori di Brescia e provincia fino al 75-80% in presenza e con due ingressi scaglionati alle 8 e alle 10 per garantire la stessa percentuale di capienza a bordo degli autobus e il restante 20% in didattica a distanza e ovviamente a turno. Sono queste le condizioni che l’Agenzia del trasporto pubblico locale di Brescia Claudio Bragaglio presenterà domani, mercoledì 21 aprile, nel corso di una riunione al tavolo in prefettura.

Questo, in vista proprio del 26 aprile quando, nelle intenzioni del Governo, tutti gli studenti di ogni ordine e grado potranno tornare a fare lezione in presenza. Tuttavia, la previsione si scontra con la realtà, tanto che in provincia già si segnalano degli affollamenti sulla tratta degli autobus della Valtrompia e sul percorso Bedizzole-Lonato.

In ogni caso, Bragaglio ha anche sottolineato di 104 mezzi in più privati messi a disposizione insieme ai 700 e con altri in arrivo. Tra le situazioni che saranno monitorate meglio ci sono i percorsi dei bus verso gli istituti “Primo Levi” di Sarezzo e “Beretta” di Gardone Valtrompia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.