Quantcast

Coronavirus a Brescia, altre 7 vittime. Incidenza nuovi casi in lieve risalita

La curva del contagio è in calo da settimane, ma la riduzione del periodo pasquale potrebbe aver condizionato.

(red.) La curva del contagio in provincia di Brescia, rispetto a questi giorni di metà aprile, è ormai in discesa da settimane. Tuttavia, lo stesso coronavirus o la sua presenza che rende ancora più precarie le condizioni di persone anziane e fragili non finisce di uccidere. Tanto che nel nostro territorio, secondo i dati riportati nel bollettino di ieri, mercoledì 14 aprile, dall’Ats di Brescia, ci sono stati altri sette decessi e che portano il totale delle vittime ufficiali da Covid-19 a 4.214 dall’inizio della pandemia ormai più di un anno fa.

Per quanto riguarda i deceduti delle ultime ore, si parla di un 57enne di Toscolano Maderno, una 83enne a Brescia città, un 86enne di Calcinato, un 82enne di Cellatica un 76enne di Ospitaletto, una 93enne di Vobarno e una 87enne di Lumezzane. In ogni caso, non solo nel bresciano ma anche in Lombardia e a livello nazionale si continua a tenere monitorata l’incidenza settimanale dei nuovi casi ogni 100 mila abitanti. Infatti, i dati del periodo di Pasqua, quando i tracciamenti con i tamponi erano notevolmente ridotti, hanno fatto calare drasticamente la curva.

Nel bresciano, per esempio, si è passati dai 304 casi ogni 100 mila abitanti della settimana dal 29 marzo al 4 aprile ai 184 della settimana successiva. E lo stesso trend si è registrato anche a livello regionale, non a caso in zona arancione da lunedì 12 aprile. Tuttavia, passato il periodo pasquale l’incidenza dei nuovi casi in provincia è salita a 193 ogni 100 mila abitanti. Per questo motivo la curva dovrà essere monitorata nei prossimi giorni e capire se si rischia di avere un’inversione di tendenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.