Quantcast

Coronavirus: a Brescia 352 contagi, in Lombardia 2.722 e 65 morti

Si conferma la riduzione del numero di ricoveri di pazienti positivi Covid agli Spedali Civili. Ma in Italia e in Lombardia cresce il tasso di positività.

Più informazioni su

(red.) Giovedì 15 aprile sono stati 2.722 i nuovi casi di coronavirus nella nostra regione (mercoledì erano 2.153), con 52.293 tamponi effettuati (erano 50.487). Il tasso di positività è quindi salito al 5,2%  (era al 4,2%). I decessi sono 65 (erano 84) e portano il totale dei morti ufficialmente per Covid nella nostra regione a 32.059 I malati in terapia intensiva sono 739 (-42), mentre le persone ricoverate in reparti non intensivi sono 5.387 (-202).

Si mantiene stabile il dato dei contagi a Brescia, passati giovedì a 352 dai 367 di mercoledì e dai 136 di martedì. Si conferma la riduzione del numero di ricoveri di pazienti positivi Covid agli Spedali Civili, che nella giornata mercoledì registrava 314 posti letto occupati, mentre giovedì sono 396 i pazienti ricoverati, di cui 39 in terapia intensiva. La saturazione di posti letto delle Terapie Intensive resta attorno al 80%. Prosegue la riduzione dell’afflusso di pazienti Covid al Pronto Soccorso (8 accessi nella giornata di martedì) e un incremento di pazienti non Covid (100).

Sono stati 16.974 i nuovi casi di coronavirus in Italia segnalati nella giornata di giovedì 15 aprile, contro i 16.168  di mercoledì. I tamponi molecolari e antigenici effettuati sono stati 334.766 (mercoledì 334.766). l tasso di positività è del 5,2% (era 4,8%). 380 le vittime (martedì 469).

I nuovi casi per provincia:
Milano: 754 di cui 293 a Milano città;
Bergamo: 232;
Brescia: 352;
Como: 194;
Cremona: 104;
Lecco: 100;
Lodi: 45;
Mantova: 114;
Monza e Brianza: 263;
Pavia: 143;
Sondrio: 65;
Varese: 301.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.