Quantcast

Coronavirus, inizio (lento) del calo. Rt Italia a 0,92 (in Lombardia 0,84)

Ieri la presentazione del monitoraggio settimanale. Resta però alta la pressione sulle strutture ospedaliere.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 9 aprile, durante la presentazione del consueto monitoraggio settimanale (qui il documento della sintesi) della pandemia da nuovo coronavirus da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, è emerso che la curva si trova su un plateau dal quale lentamente si sta iniziando a scendere. Segnali di miglioramento che, però, non riguardano invece la pressione sulle strutture ospedaliere.

“Rimane alto e in aumento il numero di Regioni e province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e aree mediche sopra la soglia critica (15 rispetto alle 14 della settimana precedente)” si legge nel monitoraggio nazionale. Il tasso di occupazione in terapia intensiva (41%) e in aree mediche (44%) a livello nazionale rimangono al di sopra della soglia critica. Il dato positivo, invece, riguarda il fatto che “nel periodo 17-30 marzo l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,92, in diminuzione rispetto alla settimana precedente e sotto l’uno”.

Ma “il forte sovraccarico dei servizi ospedalieri, l’incidenza ancora troppo elevata e l’ampia diffusione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità richiedono l’applicazione di ogni misura utile al contenimento del contagio”. Meglio della media nazionale fa la Lombardia (qui il monitoraggio), da quasi un mese in zona rossa e che approderà in arancione da lunedì 12 aprile, con un indice di contagio Rt medio di 0,84 e un’incidenza di 233 casi ogni 100 mila abitanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.