Quantcast

Vaccino anti-Covid, prenotazioni ok ma dosi carenti. Disagi da Gavardo a Lonato

All'hub di Gavardo per la fascia 75-79 anni non c'è più posto. E al centro di Lonato ieri sono arrivati in 200.

(red.) Il sistema di prenotazione degli appuntamenti con cui vaccinarsi in Lombardia è cambiato da quello fallimentare di Aria a quello nuovo e funzionante di Poste italiane, ma si registrano lo stesso dei problemi per quanto riguarda, almeno, la Valsabbia, nel bresciano. Il disagio sta nel fatto che le dosi di vaccino sono sempre carenti e vengono distribuite tra i vari hub in rapporto alla popolazione da servire. E di conseguenza a partire dal prossimo 12 aprile, quando inizierà la campagna di somministrazione per la fascia d’età dei 75-79 anni, molti di quelli che contavano di farsi vaccinare a Gavardo dovranno farlo in altri centri, anche nel resto della provincia di Brescia.

Questo, nonostante proprio da lunedì 12 aprile la struttura di Gavardo si potenzierà da 6 a 10 postazioni. Proprio per quanto riguarda il territorio dell’Asst del Garda, il motivo del disagio sta proprio nel fatto che chi si prenotava da ieri, martedì 6 aprile, per l’hub gavardese non trovava posto. Ma le soluzioni disponibili sono quelle di Lonato e Leno, se non in altri centri provinciali. E questo perché all’Asst del Garda sono stati assegnati 16 mila vaccini per quella fascia d’età.

In particolare, a Gavardo e Lonato ci saranno due linee attive per 288 somministrazioni al giorno e a Leno ci saranno tre per 432 al giorno. Tra l’altro questa fascia dai 75 ai 79 anni vedrà concludersi la propria vaccinazione entro il 26 aprile. Ma in provincia altri disagi sono arrivati dall’hub di Lonato. Da una parte c’è il caso di Sirmione, con over 80 convocati dopo essersi prenotati e poi improvvisamente l’elenco sarebbe sparito. Mentre ieri mattina al centro vaccinale si sono presentati in 200 tra quanti si erano prenotati, quelli raccolti dai Comuni e gli over 80 che non erano stati contattati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.