Quantcast

Controlli di Pasqua, proprietari dei campeggi costretti a tornare indietro

Bresciani ligi alle regole nel fine settimana pasquale. Forze dell'ordine fanno allontanare gli ospiti dai camping.

(red.) I bresciani tra città e provincia nel fine settimana pasquale hanno sostanzialmente rispettato le regole, anche visti i presidi potenziati delle varie forze dell’ordine. Per quanto riguarda la città, rimasta vuota come altre località turistiche della provincia in questo momento di pandemia, la Polizia locale ha emesso solo una decina di verbali per quanti non osservavano le disposizioni.

Nel resto della provincia, aldilà di alcuni comportamenti che sono stati multati, le forze dell’ordine hanno messo nel mirino anche i campeggi. Questi non possono essere considerati come seconde case e per questo motivo diversi proprietari che li avevano raggiunti in questo periodo di festa pasquale sono stati richiamati e fatti tornare indietro. Esattamente come è successo in Valcamonica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.