Quantcast

Contagi stabili in Lombardia e in Italia, Brescia scende a 547

A livello nazionale sono stati 21.261 i nuovi casi di coronavirus registrati sabato (con 376 vittime) e 4.132 nella nostra regione (97 i morti). 10 i decessi nel Bresciano.

Più informazioni su

(red.) Sabato 3 aprile sono stati 4.132 i nuovi casi di coronavirus nella nostra regione (venerdì erano di poco inferiori: 3.941), a fronte di 57.954 tamponi effettuati (erano 57.421). Il tasso di positività è cresciuto lievemente al 7,1% (era al 6,8%). I decessi sono rimasti a quota 97 (erano 97) e portano il totale dei morti ufficialmente per Covid nella nostra regione a 31.056. I malati in terapia intensiva sono 862 (+5), mentre le persone ricoverate in reparti non intensivi sono 6.660 (-43).
Migliora leggermente la situazione del contagio nella nostra provincia con 547 nuovi casi contro i 656 di venerdì e i 613 di giovedì. Nel Bresciano si contano dieci vittime: due in città, le altre a Brione, Calcinato, Castrezzato, Dello, Gardone Val Trompia, Lonato, Marcheno e Mazzano. Si tratta di sette uomini e tre donne, il più giovane di 63 anni, la più anziana di 89.

Sono stati 21.261 i nuovi casi di coronavirus registrati sabato 3 aprile in Italia (erano 21.932 venerdì). I tamponi effettuati sabato sono stati 359.214 (tra molecolari e antigenici), mentre venerdì erano stati 331.154. Si sono registrate 376 vittime (erano 481).  Il tasso di positività è sceso al  5,9% (il giorno prima 6,6%).
La regione con più nuovi casi giornalieri è ancora una volta la Lombardia (4.132), seguita da Campania (2.314), Puglia (2.142), Piemonte (2.127), Emilia Romagna (1.789) e Lazio (1.631).

I nuovi casi lombardi suddivisi per provincia:
Milano: 1.117;
Bergamo: 349;
Brescia: 547 (erano 656);
Como: 250;
Cremona: 173;
Lecco: 124;
Lodi: 74;
Mantova: 219;
Monza e Brianza: 308;
Pavia: 181;
Sondrio: 74;
Varese: 633.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.