Quantcast

Vaccino anti-Covid in Lombardia, “dal 13-14 aprile la campagna di massa”

Lo ha annunciato il governatore Fontana che oggi presenterà anche il sistema di prenotazione con Poste.

(red.) Nella giornata di oggi, giovedì 1 aprile, in occasione di una conferenza stampa al Pirellone, si avranno ulteriori dettagli sulla campagna di vaccinazione di massa in Lombardia e soprattutto sul nuovo sistema di prenotazione attraverso la piattaforma di Poste Italiane e dopo aver archiviato l’esperienza fallimentare con il programma gestito da Aria. E nel frattempo il governatore lombardo Attilio Fontana ha annunciato che la campagna massiva dovrebbe iniziare il prossimo 13-14 aprile, quindi dopo aver immunizzato tutti gli over 80 entro l’11 aprile, un obiettivo che si era posti da giorni.

La presentazione odierna in Regione vedrà la partecipazione proprio del presidente Fontana insieme alla vice e assessore al Welfare Letizia Moratti, l’assessore alla Protezione Civile Pietro Foroni, il consulente alla campagna di vaccinazione Guido Bertolaso e il responsabile per le Poste Italiane Mirko Mischiatti, Tutto questo, il giorno dopo la visita del commissario straordinario all’emergenza nazionale Francesco Figliuolo e del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. E proprio il generale ieri ha annunciato che a partire da oggi la Lombardia sarà inserita nel sistema informativo di Poste Italiane, partendo in modo concreto dal trasferimento dei codici fiscali dei cittadini che per primi, dagli over 70, potranno accedere al portale di prenotazione.

La volontà è quella di partire già sabato 3 aprile, ma la sensazione è che si vada a dopo Pasqua. E ieri il governatore Fontana, che tra l’altro nella stessa giornata ha ricevuto anche la notizia di un nuovo avviso di garanzia a suo carico, si è voluto levare qualche sassolino dalle scarpe. “E’ stata sottolineata la bontà dell’attività che è stata svolta fin qui da Regione Lombardia, con la predisposizione di hub di grandissimo livello, e per la valutazione molto positiva del nostro piano futuro, dichiarato assolutamente compatibile e in linea con il piano nazionale. Abbiamo vaccinato l’80% degli ultra ottantenni, abbiamo vaccinato il 100% degli ospiti delle Rsa – ha detto Fontana – abbiamo vaccinato il 100% della sanità e abbiamo complessivamente inoculato 1 milione e 570mila dosi. Questi credo siano i dati fondamentali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.