Quantcast

Coronavirus a Brescia, altre 36 vittime in due giorni. Superati i 4 mila

Sono precisamente 4.019 i deceduti ufficiali, superata la vicina provincia di Bergamo colpita nella prima ondata.

Più informazioni su

(red.) Di fronte al numero ridotto di 346 nuovi casi di contagio in provincia di Brescia registrati ieri, lunedì 29 marzo, a essere più drammatici sono i 36 morti in due giorni nello stesso territorio a causa o con la complicità del Covid-19. Il numero delle vittime è stato diffuso ieri, lunedì 29 marzo, dal consueto bollettino anche dell’Ats di Brescia e della Valcamonica e che si contrappone alla riduzione dei nuovi di casi di infetti, seppure con molti meno tamponi effettuati come di consueto.

E dal punto di vista dei decessi, dall’inizio della pandemia un anno fa in provincia si è arrivati a 4.019, più anche della vicina provincia di Bergamo colpita soprattutto nella prima ondata e al secondo posto in Lombardia dopo quella di Milano.

Per quanto riguarda proprio i deceduti con o per il Covid, sono tre a Brescia, uno Valvestino, due a Cazzago San Martino, uno a Pontoglio e Iseo, due a Capriolo così come a Palazzolo e Gargnano, uno a San Zeno, Rudiano, Dello, Salò, Toscolano Maderno, due a Calcinato, uno a Castegnato, Concesio, Montichiari, Orzinuovi, Orzivecchi, Pezzaze, Rezzato, Roccafranca, San Felice del Benaco, Casto, Lavenone, Lonato del Garda e Lumezzane.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.