Quantcast

Coronavirus, dai vaccini alla cabina di regia per le prossime misure anti-Covid

Riapertura delle scuole e delle attività, sistema dei colori e spostamenti tra regioni nel nuovo decreto legge.

(red.) Le regioni si sono sentite strigliare dal presidente del Consiglio Mario Draghi l’altro giorno, mercoledì 24 marzo, in occasione delle comunicazioni al Parlamento in vista della riunione del Consiglio dell’Unione Europea e sul fatto che ci sarebbero differenze sulla campagna di vaccinazione proprio tra le varie regioni. E di fronte alla richiesta dei governatori di un incontro urgente per definire un piano di vaccinazione più omogeneo, questo incontro sarebbe stato stabilito per lunedì 29 marzo. Ma nel frattempo il piano continua e già in queste ore intorno a venerdì 26 marzo il generale commissario straordinario all’emergenza Francesco Figliuolo invierà le task force dove è richiesto più bisogno.

Ma è stato anche annunciato che entro la fine del mese di marzo arriveranno altre 4,5 milioni di dosi di vaccino. E proprio sul fronte della campagna di somministrazione, si è arrivati a un documento finale contenente le linee di indirizzo anche sui punti vaccinali straordinari. Saranno in grado, ciascuno, di vaccinare fino a 800 persone al giorno, ma in orari ancora da definire (è saltato il termine delle 12 ore al giorno). In ogni caso, sarà garantita maggiore trasparenza con la pubblicazione dei dati delle inoculazioni sul sito internet della Presidenza del Consiglio divise per regione e anche per categoria. Si è anche stabilito che, nel momento in cui gli over 80 e i cittadini più fragili saranno immunizzati, la distribuzione dei vaccini avverrà in base alla popolazione residente.

Sempre dal punto di vista della vaccinazione, ieri, giovedì 25 marzo, l’azienda Thermo Fisher Scientific ha annunciato che produrrà il Pfizer-Biontech a Monza occupandosi del riempimento e preparazione del prodotto. E in un’altra ditta di Caponago, sempre in Brianza, sarà prodotto anche lo Sputnik V. Nel frattempo oggi pomeriggio, venerdì 26, la cabina di regia nazionale sarà convocata dal Governo per il nuovo decreto legge sulle misure anti-Covid da adottare dopo Pasqua e che dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri giovedì 30 marzo. In quel testo ci sarà spazio per l’eventuale riapertura delle scuole, il ritorno al sistema dei colori, gli spostamenti tra regioni e la riapertura delle attività. Ma già oggi la stessa cabina di regia fornirà anche il consueto monitoraggio settimanale, anche se la nostra regione Lombardia resterà certamente in zona rossa fino a Pasqua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.