Quantcast

Interrogazione in Regione, le minoranze chiedono chiarezza su Aria spa

(red.) Le minoranze unite hanno firmato un’interrogazione per conoscere costi, contratti bandi e gare della società Aria Spa, di fatto il braccio operativo di Regione Lombardia, dopo l’ennesimo errore compiuto ieri, ai danni dei cittadini lombardi, con l’invio sbagliato di sms per l’esecuzione dei vaccini all’ospedale Niguarda.
Gregorio Mammì (M5S Lombardia): “Abbiamo deciso di vederci chiaro in una Regione che si sta distinguendo per scelte sbagliate, ritardi e disservizi, non accettiamo lo scaricabarile della politica verso i tecnici. Bertolaso dovrebbe prendersela con chi è responsabile dell’azienda fortemente voluta dalla Lega, cioè Davide Caparini. Le mancanze e le vergogne sulla nostra regione, rischiano di farci diventare lo zimbello italiano. Questa giunta deve iniziare a rispondere alle opposizioni, invece, di fare post sui social e conferenza stampa”.
Niccolò Carretta (Azione): “Un atto formale doveroso dopo i disastri che partono da lontano, sia sugli acquisti di tutti i Dpi ad inizio epidemia, passando per i bandi caduti nel vuoto per i vaccini anti influenzali e per l’errore dei dati inviati al Cts nazionale che ha tenuto ingiustamente la Lombardia in zona rossa per parecchio tempo, fino ad arrivare alla disastrosa performance della piattaforma per la prenotazione dei vaccini, che verrà presto sostituita da Poste Italiane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.