Quantcast

Coronavirus a Brescia, altre 16 vittime. Rischio di oltre 400 a fine mese

16 mila sono gli attualmente positivi e l'aumento esponenziale continua. 1 su 10 ha bisogno del ricovero.

Più informazioni su

(red.) La preoccupazione derivante dall’aumento esponenziale, ancora in atto, dei nuovi casi positivi al contagio da nuovo coronavirus in provincia di Brescia riguarda il fatto che in media il 10% di questi ha bisogno di un ricovero in ospedale. E per questo motivo c’è il timore di fronte ai 16 mila casi positivi attualmente presenti in provincia, di cui la maggior parte però è in cura a domicilio nella propria abitazione.

Dall’altra parte, la saturazione delle terapie intensive e dei posti letto può portare anche a nuovi decessi. Sono 16 quelli delle ultime 24 ore precedenti a giovedì 11 marzo come emerso dal bollettino dell’Ats di Brescia e da quello della Valcamonica. Numeri che portano a 137 vittime solo dall’inizio del mese e a 3.679 dall’inizio dell’emergenza pandemica un anno fa.

I nuovi decessi registrati sono di Desenzano del Garda, Brescia, Travagliato, Vestone, Calvisano, Capriano del Colle, Gussago, Montichiari, Roncadelle, Nuvolento, Sabbio Chiese e Villa Carcina. E c’è la preoccupazione sul fatto che se la tendenza resterà questa, si rischia di avere fino a oltre 400 decessi a fine mese, molto di più rispetto al periodo tra novembre e febbraio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.