Quantcast

Coronavirus a Brescia, si attende per nuove restrizioni. Vaccini verso Fiera

Sulla possibile zona rossa si attende la cabina di regia di venerdì. In città si punta sul Brixia Forum per i vaccini.

(red.) La situazione bresciana dal punto di vista del contagio da nuovo coronavirus, spinto in particolare dalla variante inglese che ormai è diventata dominante, continua a restare critica. Nella giornata di ieri, lunedì 8 marzo, l’assessore lombardo al Welfare Letizia Moratti ha detto di monitorare quanto sta accadendo e con la possibilità che la nostra provincia finisca in zona rossa. Ma di questo se ne potrebbe parlare solo nel fine settimana, quindi venerdì 12 marzo, quando ci sarà la consueta cabina di regia nazionale con l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute, oltre al Comitato tecnico scientifico, per valutare l’andamento settimanale.

Nel frattempo il bresciano, nonostante abbia numeri da zona rossa ormai da tempo, resta quindi in arancione scuro così come tutta la Lombardia. Di fatto, il Pirellone attende di capire se le restrizioni da arancione rafforzato adottate già dal 23 febbraio sulla nostra provincia inizieranno a dare qualche risultato. E di conseguenza l’eventuale zona rossa sul bresciano, oppure su tutta la Lombardia, potrebbe essere decisa non prima del fine settimana.

Dal punto di vista della vaccinazione, invece, in città si continua a cercare un altro grande hub che possa affiancarsi a quello di via Morelli, dove già si effettuano anche i tamponi. L’idea che è maturata è quella di lasciar perdere l’ex Omb a causa dei costi dei lavori che sarebbero necessari e invece puntare l’attenzione su Brixia Forum. Infatti, le manifestazioni fieristiche al momento non sono possibili e potrebbero partire in autunno, quindi gli spazi della Fiera sarebbero aperti. Su questo fronte in città potrebbe arrivare il consulente lombardo alla campagna di vaccinazione Guido Bertolaso per un sopralluogo e dare il via libera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.