Quantcast

Brescia: pranzo nel ristorante di via Corsica, ma arriva anche la Polizia

Lunedì a mezzogiorno nel locale, apparentemente chiuso, la cucina era in piena attività e c'era una tavolata di sette persone. Tutti multati e chiusura per l'esercizio.

(red.) L’ennesimo controllo della Squadra Amministrativa della Questura di Brescia è scattato lunedì all’ora di pranzo all’interno di un ristorante di via Corsica a Brescia. Sedute ai tavoli sono state trovate sette persone che stavano pranzando, mentre la cucina era in piena attività.
Gli agenti delle volanti hanno constatato che le porte del locale erano ben chiuse mentre le luci dell’insegna e quelle della sala prospiciente l’ingresso erano spente, come se il ristorante fosse chiuso, ma che, in effetti, il parcheggio era pieno di numerose auto e che dall’interno del ristorante proveniva della musica.

Sul retro era aperta la porta della cucina che appariva in piena attività. Così, una volta entrati nel locale, gli agenti hanno trovato cinque uomini e due donne sistemati a un’unica tavolata che stavano pranzando in maniera conviviale in violazione delle norme sul divieto di assembramento e sulle distanze interpersonali.
I clienti, tutti di nazionalità italiana, risultavano avere precedenti, tranne le due ragazze di 26 e 28 anni, straniere con regolare permesso di soggiorno.

Una volta identificati, per gli avventori sono scattate le sanzioni da 400 euro per la violazione delle disposizioni anti-Covid19. Anche il titolare del ristorante (un 46enne italiano) è stato sanzionato per aver consentito l’assembramento di persone e per l’apertura del locale al pubblico, oltre al provvedimento della chiusura immediata del ristorante per cinque giorni.
Inoltre verrà interessato il Prefetto di Brescia per l’applicazione della sanzione accessoria definitiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.