Coronavirus a Brescia, altri 9 morti. Aumentano i giovani tra i nuovi positivi

Dopo giorni a doppia cifra, le vittime sono calate, ma sono oltre 3.600 dall'inizio dell'emergenza in provincia.

Più informazioni su

(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 5 marzo, al momento della diffusione del consueto bollettino quotidiano della Regione Lombardia sul fronte di quanti erano i nuovi positivi al nuovo coronavirus, è emerso ancora una volta come la tendenza al contagio stia colpendo in questa terza ondata (o proseguimento della seconda) soprattutto i più giovani. Non a caso nel bresciano si è registrato come oltre la metà dei nuovi casi dall’inizio del mese di marzo abbia meno di 50 anni e stiano aumentando anche i minorenni.

Dal punto di vista dei dati forniti dalle Ats di Brescia e della Valcamonica, invece, sono emersi purtroppo altri nove decessi, facendo salire la quota da inizio emergenza a oltre 3.600. Di queste vittime, una è in Valcamonica e le altre nel territorio dell’Ats di Brescia. Si parla di un 74enne e un 92enne in città, una 96enne a Cazzago San Martino, un 79enne di Casto, una 85enne di Iseo, un 71enne di Flero, una 74enne di Orzinuovi e una 83enne di Verolanuova.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.