Quantcast

Vaccino anti-Covid, in Lombardia verso il via libera anche nelle aziende

Anche nel bresciano era già stata la disponibilità. Saranno coinvolti i medici del lavoro per la somministrazione.

(red.) Il prossimo approdo della campagna di vaccinazione anti-Covid in provincia di Brescia potrebbe essere all’interno delle aziende. In questo senso ieri, giovedì 4 marzo, i ministri del Lavoro e della Salute Andrea Orlando e Roberto Speranza hanno incontrato in videoconferenza le parti sociali per arrivare a definire un’intesa. E una delle regioni che dovrebbe mettere in pratica questa iniziativa su proposta della Confapi è la Lombardia.

La prossima settimana, dopo lunedì 8 marzo, gli assessori allo Sviluppo Economico e Welfare Guido Guidesi e Letizia Moratti dovrebbero emettere un provvedimento con cui permettere le vaccinazioni nelle aziende con la collaborazione dei medici del lavoro.

Proprio loro sono ritenuti decisivi anche perché conoscono bene la condizione sanitaria degli addetti. Le associazioni di categoria hanno già dato l’assenso e questa iniziativa consentirebbe di pressare di meno sulle strutture pubbliche e anche di favorire la ripresa economica, visto che avere lavoratori protetti consente di svolgere mansioni, anche fuori dall’Italia, al momento non possibili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.