Coronavirus e ospedali, preoccupazione per i 1.000 ricoveri in provincia

Tutte occupate le terapie intensive al Mellini di Chiari, più vicino alle zone dei focolai da variante inglese.

(red.) La giornata di ieri, mercoledì 24 febbraio, in provincia di Brescia non ha visto solo l’aumento record dei nuovi casi di contagio da Covid-19 – ben 901 – ma anche la pressione che resta costante sui ricoveri. Tanto che a ieri si è arrivati a 939 ricoverati, di cui 65 in terapia intensiva in tutta la provincia. E la paura è che entro i prossimi tre giorni si arrivi ai 1.000 ricoveri.

Una situazione preoccupante che sta riguardando le strutture dell’ospedale Civile, ma anche il Mellini di Chiari più vicino al teatro dei focolai da variante inglese. Tanto che da ieri, mercoledì, si è stati costretti a chiudere gli ambulatori. Sempre ieri sono giunti altri 6 ricoverati e che di fatto rende impossibile lasciare liberi i posti letto. Oltre a questi, ci sono anche i quattro posti di terapia intensiva che restano occupati in modo continuo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.